Lenor

3_LenorIl mondo vissuto da un finestrino, è stata questa l’unica prospettiva sul mondo. Un mondo un pò storto, ovattato, spesso caldo e a volte freddo.  Un mondo troppo piccolo e irreale: osservando uno spicchio di cielo, un lembo di prato e la vita che scorreva veloce, lì fuori. È stata questa la mia casa, per sette lunghi anni ho vissuto in una macchina, in pochi centimetri, guardavo la vita scorrere dal mio finestrino. Costretto lì dentro senza poter passeggiare né tanto meno correre, senza poter annusare la vita, la guardavo soltanto.
Mi chiamo Lenor e oggi la nuova prospettiva da cui osservare il mondo è la porta di un box di un canile. Qualcuno mi ha notato in quella macchina e mi ha salvato, portandomi via, regalandomi una nuova dimensione, ma non la libertà. Sono passati tre anni da quando sono entrato qui, l’inizio è stato molto difficile, ero spaventatissimo, era tutto nuovo per me che non conoscevo altro che pochi centimetri e dei sedili, mi sono ritrovato nel frastuono dell’abbaiare di altri cani, tante persone, mille rumori, odori nuovi e forti, non sapevo come gestire la situazione e non facevo altro che abbaiare per scacciare tutto ciò che mi faceva paura.
Il mondo reale è troppo grande, rumoroso, affollato e tremendamente vicino. Solo con il tempo e le amorevoli cure di alcuni umani dalla maglietta blu, sono riuscito a tranquillizzarmi e ho iniziato a fidarmi, aprendomi a questa nuova prospettiva. La forza della vita ha prevalso su tutto e oggi sono un cane fiducioso nel futuro, con una gran voglia di riscatto. Lo so, non sono più giovanissimo, il mio manto tutto bianco è ora un pò sporco e arruffato segnato dallo scorrere del tempo, vorrei però tanto assaporare la vita, quella reale, fuori da qualsiasi costrizione, lontano da un box, per potere passeggiare, correre, godere del calore di una cuccia calda e dell’amore di una famiglia.
La notte sogno, sogno te che stai leggendo venire qui, aprire quella porta, portarmi via. Mi insegnerai cosa significa vivere liberi, cos’è l’amore, muoveremo insieme i primi passi di una vita che per anni ho solo osservato dal quel finestrino.

This Post Has Been Viewed 104 Times